"Bigoressia"

Bentornati nel blog! Come anticipato dalle storie di ieri oggi parleremo di bigoressia (o Dismorfia Muscolare). Attraverso il sondaggio svolto su Instagram, infatti, è emerso che molte persone non abbiano nemmeno mai sentito parlare di questo disturbo, sebbene le caratteristiche e gli aspetti principali siano un qualcosa di profondamente legato alla società moderna in cui viviamo. Ma andiamo a vedere di che cosa si tratta.

Bigoressia: le caratteristiche

La Bigoressia rientra nei Disturbi del Comportamento Alimentare e, nello specifico, nella categoria dei Disturbi del Comportamento Alimentare non Altrimenti Specificati (NAS), ovvero tutti quei DCA le cui caratteristiche non rientrano nei criteri diagnostici di Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa e Binge Eating Disorder.

Quali sono dunque le caratteristiche della Bigoressia?

Bè, nei soggetti affetti da questo disturbo l’oggetto primario delle preoccupazioni è quello di non possedere un corpo sufficientemente muscoloso e di essere muscolarmente inadeguati (ad esempio, sentendosi troppo “piccoli”).

Le preoccupazioni e le angosce scaturite da ciò possono riflettersi in tantissimi ambiti della vita di colui che è affetto dal disturbo. Ad esempio possono essere presenti:

  • L’abbandono di alcune attività sociali e lavorative, pur di soddisfare il bisogno compulsivo di mantenere un programma dietetico e di allenamento.
  • La volontà di continuare l’allenamento, la dieta o l’assunzione di sostanze che migliorano le prestazioni nonostante si sia a conoscenza delle conseguenze negative sul proprio corpo o sulla propria salute mentale.
  • La forte angoscia e il forte senso di inadeguatezza nelle situazioni in cui il corpo è mostrato agli altri.

Bigoressia e società moderna

Ora che sappiamo cos’è, possiamo fare una piccola riflessione. La bigoressia è una patologia emergente ed è stimato che all’interno delle palestre la prevalenza si aggiri intorno al 10% dei frequentatori. Questo dato ci fa comprendere quanto, chi vive quotidianamente il mondo del fitness e dello sporto, stia a contatto con questo disturbo e quanto in realtà non sia un qualcosa di poi così sconosciuto e lontano da noi.

La società odierna e le pressioni esercitate dai mass media nel proporre un modello di corpo perfetto stanno avendo ed hanno avuto un ruolo sicuramente importante nello sviluppo di questa tipologia di disturbi. Spesso comportamenti disfunzionali e modelli sballati sono stati acquisiti involontariamente da noi ed interiorizzati, così che ora, se non ci fermiamo a pensare, non li concepiamo nemmeno poi così sbagliati.

Per questo credo sia opportuno prestare sempre molta attenzione a ciò che ci circonda e ai segnali che quotidianamente riceviamo. Nel mondo dello sport, come in quello dell’alimentazione, non è raro incontrare persone che sviluppano delle vere e proprie ossessioni. Allenarsi, svolgere attività sportiva ed avere un’alimetnazione equilibrata sono sicuramente parti fondamentali per poter costruire uno stile di vita sano. Ma tutto ciò non deve diventare un’ossessione. La salute mentale è importante tanto quanto quella fisica e gli eccessi non fanno mai bene.

Alice

Fonti:

La bigoressia o dismorfofobia muscolare: una nuova patologia emergente | Ferrari | Bollettino della Società Medico Chirurgica di Pavia (paviauniversitypress.it)