"Prova Costume: cosa NON fare"

Bentornati nel blog! L’estate è cominciata esattamente una settimana fa, il caldo si fa sentire e finalmente per qualcuno sono iniziate le tanto attese vacanze. In molti casi questo significa mare, spiaggia e relax. Spesso e volentieri però questo momento si traduce anche nel terrore di mostrarsi in costume (soprattutto per noi donne). Perciò in questo periodo dell’anno come poteva Full Of Beans non trattare un argomento tano centrale come quello della prova costume? Oggi vi presenterò una piccola e pratica guida, alternativa a tutte quelle soluzioni che ci vengono normalmente propinate dal web a ridosso dell’estate. Prova costume: cosa NON fare!

Prova Costume

Prima di iniziare a scrivere l’articolo ho fatto un breve giro nel web, digitando nella barra di ricerca le parole “prova costume”. Ciò che ho ottenuto sono stati una miriade di risultati con titoli del tipo “10 consigli infallibili per la prova costume”, “prepariamoci alla prova costume”, o ancora “Quando iniziare ad allenarsi per la prova costume”. E questo è solo ciò che ho trovato mettendomi a cercare di proposito. Ma la verità è che, da maggio in poi, iniziamo a ricevere messaggi riguardanti la prova costume senza nemmeno cercarli. Basta pensare a pubblicità televisive, sponsorizzazioni sui social, o anche molto più semplicemente cartelloni pubblicitari di negozi e palestre.

Ma qual’è esattamente il messaggio nascosto dietro alla temutissima prova costume? Ci siamo mai fermati a pensarci?

Bè, come dicevo, con l’arrivo dell’estate iniziamo a ricevere messaggi nascosti che vogliono spingerci a trasformare il nostro corpo perchè se non riuscissimo ad arrivare in forma “perfetta” avremmo fallito. Questo ci porta a vivere le vacanze come una vera e propria sfida, come un momento in cui per forza di cose dobbiamo paragonarci ad altre persone, perchè il nostro corpo in costume deve essere “accettabile” per la società e rispettare determinati standard.

Non di rado mi capita di sentire storie e racconti di ragazze che in spiaggia pur di non sentirsi a disagio rimangono vestite o comunque coperte. La paura di essere paragonate a corpi “migliori” e più belli dei nostri ci costringe a vivere la spiaggia con ansia, timore e inadeguatezza.

Anche a me negli anni passati è capitato molte volte. L’estate era quel periodo in cui le mie gambe venivano messe a nudo, la pancia si scopriva e irrimediabilmente iniziavo a trovarmi ogni sorta di difetto: le cosce flaccide, con le smagliature, l’addominale non sufficientemente tonico e chi più ne ha più ne metta. Inutile dire che questi pensieri diventavano talmente forti ed insistenti da arrivare perfino a rovinarmi la vacanza.

Mi ricordo in particolare di una volta, qualche anno fa, in cui mi trovavo in una spiaggia attrezzata con bagni, docce, cabine e addirittura uno specchio. Passandoci davanti mi guardai in costume e quello che vidi mi gettò nello sconforto. Avevo le gambe bucherellate dalla cellulite ed il sedere tendente al piatto. Come se non bastasse, intorno a me vedevo solo belle ragazze con fisici tonici e “perfetti”. Mi sentii come se quell’anno avessi fallito. Non ero arrivata alla “prova costume” sufficientemente pronta, i miei sforzi non erano bastati.

Con il tempo poi fortunatamente ho imparato a cambiare mentalità. Il mio obiettivo adesso è quello di prendermi cura di me e del mio corpo durante tutto l’anno. Non quello di ammazzarmi di diete assurde e di esercizi due mesi prima di andare in vacanza. Fortunatamente ho imparato a volermi bene e so che se di fronte allo specchio vedo delle piccole imperfezioni non devo prenderle come un fallimento, ma come delle normali caratteristiche che ognuno di noi ha.

Purtroppo però so che per non tutti è così. Ancora molte persone sono vittima della mentalità da Diet Culture e non riescono a scrollarsi di dosso tutti i cattivi pensieri che la società ci impone.

Ma perchè dobbiamo per forza sentirci in questo modo?

Semplice, non dobbiamo! Dovremmo smetterla di vedere l’estate come una prova ed iniziare invece ad accettarci per quello che siamo. Se non ci sentiamo a nostro agio con il nostro corpo possiamo sicuramente fare qualcosa in più per prenderci cura di noi, ma senza ossessioni. Soprattutto, se vogliamo migliorare un po’ il nostro stile di vita dovremmo farlo durante tutto l’anno e per noi stessi. Non solamente nei mesi precedenti all’estate, con l’unico e tossico obiettivo di soddisfare uno standard che ci è imposto.

Perciò ora andrò ed elencarvi la mia semplice e pratica guida per quest’estate.

La guida di Full Of Beans: cosa NON fare

Sei preoccupato per la prova costume? Bè allora per questa estate segui questi semplici e pratici consigli:

  • Non paragonarti ad altri corpi che vedi in spiaggia. Ognuno di noi ha dei difetti e per quanto il corpo di qualcun altro possa sembrarti perfetto, ti assicuro che tutti hanno delle insicurezze!
  • Non limitarti durante le tue vacanze perchè pensi di non essere abbastanza o di non aver fatto abbastanza per mostrare il tuo corpo.
  • Non ammazzarti di esercizi e diete insostenibili a ridosso dell’estate! Se vuoi prenderti cura del tuo corpo fallo durante tutto l’anno, in maniera equilibrata e salutare (senza ossessioni!). E fallo perchè lo vuoi, non per soddisfare uno standard.
  • Non privarti di pranzi e cene al ristorante durante la tua vacanza se ne hai voglia. Goditi a pieno ogni momento. Se durante tutto l’anno hai avuto un’alimentazione equilibrata e ti sei allenato/a regolarmente, qualche settimana di vacanza non rovinerà tutto il lavoro fatto, ma contribuirà al tuo benessere.

Perciò ragazzi, non mi resta che dire BUONE VACANZE! E mi raccomando, godetevi ogni momento.

Alice

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con i tuoi contatti!